… Deve pur esserci una via d’uscita, mi sono detto, una soluzione per spezzare la corsa crudele del destino…
Sorridi, Olga, sorridi ancora… è bello vederti sorridere. Quando ho perduto il tuo sorriso è cominciata la mia fine…….

;20131001-134244.jpg

Una storia che credevo chiusa
Mario Adda ed.

Nuove e vecchie dinamiche all’interno del microcosmo familiare inducono, in questo romanzo, a riflettere sui singoli più che sull’istituzione famiglia, che sembra configurarsi positivamente soltanto in quanto luogo prediletto per la riconciliazione e la relazione. In essa i soggetti pretendono ascolto e si dispongono all’accoglienza dell’Altro nella modalità più sincera e leale possibile, poi che i luoghi e i tempi del discorrere vanno pericolosamente restringendosi.
I protagonisti, Olga e Walter, assumono funzioni simboliche in eterno conflitto, talvolta sospinti al tragico annientamento di sé. Volendo sottrarsi all’angoscia di trovarsi incarcerati, intromessi nell’altro o nell’altra, finiscono per diventare prigionieri di effetti di simmetria che si alternano in un gioco di relazione che sembra non avere mai fine.

La possibilità di un dialogo, nell’era tecnologica, nelle metropoli impazzite, non è che faticosa ricerca di un linguaggio che stenta a formulare un discorso esaustivo e può monologare o tutt’al più essere interpretato. Quel che resta è un inespresso tentativo di ricognizione e di accomodamento di ciascuno, ricorso all’istinto di sopravvivenza, contro il mutismo, l’allontanamento e la follia, sintomi di rimozione e di cedimento.
La donna, per prima, crede e alimenta il dialogo, favorisce la relazione, perché solo nell’accogliere è dato il rivelarsi di una qualche possibile verità.

Per informazioni e acquisti: http://www.addaeditore.it
Tel e Fax 080 5539502 – email addaeditore@addaeditore.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...